chiudi la finestra
Segui le dirette sul portale di Rai Arte SEGUICI SU FACEBOOK

Livello A2
Unità 6

Alternative Display Source – LivePreviewPage.htm
Aggiornamenti ogni 30 minutes.
Bookmark – Arte news

Get Adobe Flash player

Nella puntata di oggi Luis, il nuovo amico di Fela, si è fatto male e ha avuto bisogno di un medico. In casi come questo, dobbiamo essere capaci di dire al medico come stiamo e dove sentiamo dolore, e per farlo dobbiamo conoscere, ovviamente, i nomi delle parti del corpo: dalla testa ai piedi. Così potremo cavarcela bene come Luis: LUIS: Ho un forte dolore alla caviglia e mi fa male anche il ginocchio… guardate che la testa non l’ho battuta eh? Avete sentito? Luis usa due espressioni che vogliono dire quasi la stessa cosa: una è "ho un dolore a" e l’altra è "mi fa male". Dopo tutte e due queste espressioni Luis indica la parte del corpo che gli fa male: "ho un dolore alla caviglia, mi fa male il ginocchio". Se abbiamo dolore in più posti, dobbiamo dire “mi fanno male”: per esempio, “mi fanno male la caviglia e il ginocchio”. Adesso, bisogna che vi aiuti io, ricordando altre parti del corpo. Cominciamo dall’alto. Luis ha nominato la testa. La parte della testa che vediamo in una persona che ci sta davanti è il viso o la faccia, con gli occhi, il naso e la bocca. La testa poggia sul collo. Sotto il collo davanti c’è il torace e poi c’è l’addome (in un italiano un po’ più semplice diciamo che c’è il petto e poi lo stomaco e la pancia); dietro, invece, sotto il collo ci sono le spalle, poi la schiena, che qualche volta fa male a quei vecchietti di Salif e Olga: SALIF: Se camminiamo troppo ci fanno male le gambe e i piedi, ci viene il mal di schiena …vero Fela? Salif ci ha nominato altre due parti del corpo: le gambe e i piedi. Siamo andati un po’ troppo giù: dobbiamo ricordare che attaccate alle spalle ci sono le braccia. Sentiamo Fela: FELA: Ci hanno invitato a una partita di pallavolo… ci rilassiamo un po’… ci fa bene ai muscoli delle braccia … Attenzione alla parola “braccia”, perché, come ginocchia, è plurale ed è femminile (le braccia, le ginocchia); invece, il singolare è maschile: il braccio, il ginocchio, quello che faceva male a Luis. Il braccio ha tante parti: le più importanti sono il gomito e il polso. I polsi li nomina anche Fela quando spiega il verso di Dante, “ella mi fa tremar le vene e i polsi”: FELA: Ecco perché dice che gli tremano vene e polsi… Abbiamo quasi finito, perché dopo il polso c’è la mano. Attenzione: quando le indichiamo tutte e due dobbiamo dire le mani. La mano ha cinque dita: ecco un’altra parola strana. Come diciamo il braccio le braccia, il ginocchio le ginocchia, così dobbiamo dire il dito le dita. Quando una delle parti del corpo fa male, dobbiamo andare dal nostro medico oppure dobbiamo correre al pronto soccorso di un ospedale, come dice Olga: OLGA: Andate subito al Pronto Soccorso. Per curarci, i medici prescrivono delle medicine, proprio come fa il medico di Luis. Sentiamo: DOTTORESSA: Luis, ti prescrivo un antidolorifico per il dolore e una pomata per il gonfiore. Arrivederci alla prossima puntata. Vedrete che per allora Luis sarà perfettamente guarito!