chiudi la finestra
Segui le dirette sul portale di Rai Arte SEGUICI SU FACEBOOK

Livello A2
Unità 7

Alternative Display Source – LivePreviewPage.htm
Aggiornamenti ogni 30 minutes.
Bookmark – Arte news

Get Adobe Flash player

SKETCH A

IL CHIACCHIERONE NON SI ASCOLTA MAI

PERSONAGGI:

PAVEL

JULIA

KEVIN

Int giorno. Laboratorio artigiano di un fabbro

Al centro del Laboratorio, completamente vestito con una tuta ignifuga e uno schermo protettivo per il viso parascintille, un artigiano, che alla fine si rivelerà la moglie dell’artigiano, Julia. Ha in mano la fiamma ossidrica e sta lavorando una spalliera di un letto o un’inferriata. Il lavoro risulta abbastanza rumoroso. È molto preso dal lavoro e quasi non si accorge dell’entrata nel locale di Pavel

PAVEL

Buongiorno, Kevin!

Il fabbro fa un cenno di saluto verso Pavel senza parlare, il rumore e il parascintille gli impediscono di capire le parole di Pavel ma questo lo capiremo solo alla fine.

PAVEL

Allora… Kevin… ecco gli annunci… la ricerca che volevi… il locale nuovo per il tuo laboratorio… ricordi?

Il fabbro fa un cenno con la testa, molto vago e continua a lavorare senza distrarsi troppo.

PAVEL

Sono stato bravo… ho trovato alcuni locali molto interessanti… senti qui… (leggendo dal giornale) “Locale commerciale in zona centrale, doppi servizi. Ampia metratura, ufficio soppalcato, bagno, due entrate su strada + 200 mq di piazzale. Impianti a norma”. Per un laboratorio di artigianato è ideale… che dici?

Il fabbro fa alcuni cenni con la testa che Pavel interpreta come un ‘no’

PAVEL

Beh… se non ti piace… ne ho qui un altro… ascolta! “Locale di 180 mq. Bagno. Entrata su viale degli Ulivi. 1.000 euro mensili trattabili più spese condominiali”. È interessante…

Ancora una volta il fabbro fa alcuni cenni con la testa che Pavel interpreta come un ‘no’

PAVEL

L’ultimo… questo è veramente ottimo… ascolta: “locale commerciale centralissimo ristrutturato, 200 mq. Bagno. Due entrate. Ampie finestre. Luminosissimo. 1.200 euro mensili”. È un buon prezo in quella zona. Ho telefonato. C’è già una persona interessata. Bisogna richiamare subito. Capito, Kevin? Devi chiamare subito. Lascio qui il giornale.

Il fabbro fa alcuni cenni con la testa che Pavel interpreta come un ‘sì, sì’

PAVEL

Eh lo so… sono stato bravo… sai che un amico come me non si trova facilmente… una ricerca accurata… sono fiero di me…

Il fabbro fa alcuni cenni con la testa che Pavel interpreta come un ‘sì, sì’

PAVEL

Beh, Kevin, ora io devo andare… no, non ringraziarmi… per gli amici questo e altro! Sono contento di essere utile… sono sempre disponibile, come sai…

Il fabbro fa alcuni cenni con la testa che Pavel interpreta come un ‘grazie’

PAVEL

No, Kevin, non mi ringraziare… è un piacere… ora vado, il dovere mi chiama… ho altri amici in difficoltà… ma mi raccomando, chiama subito per l’annuncio, capito? Il locale… altrimenti lo affittano… capito?

Il fabbro fa alcuni cenni con la testa che Pavel interpreta come un ‘grazie’

PAVEL

Ciao, ciao, amico mio…

Pavel esce. Il fabbro continua a lavorare. Dopo alcuni secondi entra Kevin.

KEVIN

Ciao!

Il fabbro si toglie subito il parascintille e si rivela Julia.

JULIA

Ciao, Kevin! Come stai? Hai fatto le tue commissioni?

KEVIN

Sì, sì, tutto bene! Grazie di avermi sostituito… Ho visto uscire Pavel… che voleva?

JULIA

Non lo so. Pavel parla parla parla… io non lo ascolto mai! È noioso… ah, Kevin… (prende una busta di carta da un tavolino) c’è una lettera del padrone del laboratorio: dobbiamo lasciare questi locali!

BENVENUTI IN ITALIA!

SKETCH B

UNA VERA SPORTIVA

PERSONAGGI:

MARCIA

ANGEL

Est giorno. Sotto un portone

Sul portone è attaccato un cartello con la scritta [IL CARTELLO SI DEVE POTER LEGGERE, PER RIPROPORLO IN “PARLARE ITALIANO” OPPURE FATELO LEGGERE A MARCIA ALMENO FINO A “MQ 42” COMPRESI] “Vendesi appartamento piano alto completamente ristrutturato, mq 42, termoautonomo, angolo cottura, bagno. Vista magnifica. Prezzo trattabile. Spese condominiali basse”

Arriva Marcia in bicicletta, trafelata. Parcheggia al portone. Guarda il cartello.

MARCIA

Eccolo! È qui! L’appartamento giusto per me…

Marcia aspetta, rileggendo il cartello ad alta voce. Nel frattempo arriva ANGEL, l’agente immobiliare

ANGEL

La signora Marcia?

MARCIA

Sì, buongiorno, sono io… lei è …?

ANGEL

Io sono ANGEL. Dell’agenzia “La casa giusta”. Al telefono ha parlato con me.

MARCIA

Piacere. L’appartamento è qui, vero?

ANGEL

Sì, sì, è questo dell’inserzione… visto? Molto interessante…

MARCIA

Sì, sì… vorrei alcune informazioni prima di salire…

ANGEL

Bene, mi dica…

MARCIA

Piano alto... Esattamente che piano è?

ANGEL (un po’ imbarazzato)

Beh… è l’ultimo; il palazzo ha dodici piani… splendida vista… luminoso…

MARCIA

Bene. L’ideale per me. Amo la luce.

ANGEL (guardando con insistenza la bicicletta di Marcia)

Bene, bene… i piani alti sono i migliori… ecco…

MARCIA

Un’altra domanda… i metri quadri?

ANGEL

Beh ecco… 42… beh… è un appartamento piccolo… ma bello!

MARCIA

Certo certo… ma…

ANGEL

Dica pure…

MARCIA

Il contratto? È tutto regolare vero?

ANGEL

Assolutamente, signora. Può stare tranquilla.

MARCIA

Benissimo. Un’ultima cosa… la bicicletta…

ANGEL (imbarazzatissimo)

Ecco…

MARCIA

Ah no! Io la bicicletta la porto su! Non la lascio… per caso è vietato?

ANGEL

No, no, signora, anzi, però….

MARCIA

Però? A qualcuno dà fastidio?

ANGEL

Assolutamente no, signora. Però…

MARCIA

Lo so, la casa è piccola…

ANGEL (imbarazzatissimo)

Sì, ma un piccolo spazio c’è…

MARCIA

Ma cosa sono tutti questi ‘però’?

ANGEL

Ecco… sono dodici piani…

MARCIA

Sì, ho capito che è all’ultimo piano… e allora?

ANGEL (vergognandosi)

Ecco, signora… è all’ultimo piano ma è… senza ascensore! La bici… mi spiace…

MARCIA (mettendosi con grande tranquillità e agilità la bici sulle spalle)

Qual è il problema? Dodici piani? Andiamo su! (si avvia nel portone – scale?) Io la bicicletta la porto così! Forza!

ANGEL (guardando in camera)

Andiamo su… Ma io? Io non arrivo su anche senza bici….

BENVENUTI IN ITALIA!

SKETCH C

COMPAGNI DI CASA

PERSONAGGI:

GIUSEPPE

ZOU

INT giorno. Ufficio

Un ufficio con scrivanie e pc. Alle scrivanie sono seduti Giuseppe e Zou. Il primo con giornali davanti, visibilmente preoccupato. Il secondo preso dal computer sta preparando alcune richieste di materiale necessario per l’ufficio, per mettere a norma alcune prese.

GIUSEPPE

È un disastro… un disastro…

ZOU (guardando nello schermo del proprio pc)

Eh, sì… è proprio un disastro… il nostro capo ha ragione: bisogna mettere a norma questi vecchi impianti … adesso però io devo ordinare le prese elettriche e gli interruttori nuovi…

GIUSEPPE

È un vero disastro…

ZOU

Beh… non esageriamo… non è così grave… gli operai fanno i lavori in un mese… e così siamo tutti più sicuri

GIUSEPPE

Come faccio, come faccio…

ZOU

Come fai? Come tutti noi. Aspetti un mese per avere un impianto elettrico favoloso… secondo le ultime norme di sicurezza…

GIUSEPPE

Sì, sì… ma io come faccio?

ZOU

Giuseppe, non ti capisco

GIUSEPPE

Devo lasciare casa. La figlia del proprietario si sposa.

ZOU (un po’ imbarazzato)

Ah capisco… mi spiace tanto Giuseppe… ma il problema si risolve…

GIUSEPPE

E come? Volevo fare domanda per il sussidio per la casa come ha fatto Pavel... sai è un contributo al canone di locazione che viene concesso (dagli Enti locali) agli inquilini italiani e stranieri... ma non ho i requisiti... il mio reddito supera di poco quello previsto dalla legge...

ZOU

Non ti preoccupare, con l’aiuto del tuo amico Zou, cerchiamo un appartamento su Internet, nei siti delle agenzie immobiliari! Come ti serve?

GIUSEPPE

Dici…?

ZOU

Ma certo… Allora… cosa cerchi?

GIUSEPPE

Un appartamento piccolo ma confortevole… in centro…

ZOU

Vediamo… confortevole… in centro… ecco… limito la ricerca…

GIUSEPPE

Vorrei almeno un bilocale, un monolocale è troppo piccolo…

ZOU

Bene… lo inserisco…

GIUSEPPE

Con un affitto basso… posso spendere al massimo 600 euro al mese…

ZOU

Mmmm… in centro? Non è facile…

GIUSEPPE

Eh lo so…

ZOU (imbarazzatissimo)

Ecco… vediamo… Giuseppe! A 600 euro non c’è niente!

GIUSEPPE

Che sfortuna! E ora come faccio, come faccio…?

ZOU

Dai, Giuseppe… una soluzione la troviamo… ad esempio io… ho trovato una casa molto bella in zona stazione: un trilocale luminoso… molto comodo… Certo, pago 1000 euro al mese… (si illumina) Prima abitavo con un mio amico ma ora lui si è sposato e… Giuseppe!!!

GIUSEPPE

Eh?

ZOU

Ho una grande idea!

GIUSEPPE

Quale?

ZOU

Se non trovi nulla… c’è la mia casa!! Vieni a vivere a casa mia, dividiamo l’affitto e ci divertiamo, vedrai… come due studenti universitari… ogni sera cenette… inviti… due chiacchiere…

GIUSEPPE

Ehi… non è male… come una volta, all’Università…

ZOU

Però… intesi? Pulizie a fondo una volta alla settimana e cucina a turno, d’accordo?

GIUSEPPE

Ma certo! Così puoi mangiare spesso i miei favolosi spaghetti alla carbonara!!!

ZOU

Evviva! E tu le mie code di serpente…

GIUSEPPE

Eh? Zou?

ZOU

Sì?

GIUSEPPE

Cerca meglio tra quegli annunci…

ZOU

Giuseppe?

GIUSEPPE

Eh?

ZOU

Scherzavooooo! Niente code di serpente!

GIUSEPPE

Ah….

Ridono insieme

BENVENUTI IN ITALIA!

SKETCH D

GUSTI CONIUGALI

PERSONAGGI:

PAVEL

PAULINE

EST giorno. Alla vetrina di un’agenzia immobiliare

Pavel e Pauline sono fidanzati e si incontrano davanti all’agenzia immobiliare in cui hanno deciso di cercare la casa dove andranno a vivere da sposati. La vetrina è piena di cartelli immobiliari colorati con immagini di case (si può sfruttare anche la foto-scenografia)

PAVEL (guardando l’orologio)

Ma quando arriva la mia dolce Pauline? Quante case… sento che c’è la casa dei nostri sogni… perchè io e Pauline abbiamo tanti sogni… eh! La mia Pauline…

PAULINE (arrivando trafelata)

Amore… scusa, il ritardo, è l’autobus… scusa…

PAVEL

Non c’è problema, amore… sta’ tranquilla… il tuo Pavel è qui che aspetta…

PAULINE

Che caro… il mio futuro marito!

PAVEL

La mia sposa

I due si guardano innamorati

PAULINE

E allora… c’è qualcosa per noi tra questi annunci?

PAVEL

Ma certo… il nostro sogno, senti: “Affittasi appartamento 70 mq. Riscaldamento centralizzato”…

PAULINE (interrompendolo)

Ma no, Pavel, io voglio accendere il riscaldamento quando ho freddo… voglio un appartamento termoautonomo…

PAVEL

Aspetta… ecco… “Bilocale, 82 mq. Camera, soggiorno con angolo cottura e servizio.

PAULINE

Servizio, cioè bagno? Cioè… un bagno solo?

PAVEL

Siamo solo in due… per ora… (allusivo)

PAULINE

Ma con i bambini… ci vogliono due bagni… e poi… io sto molto in bagno…

PAVEL

Dici?

PAULINE

Ma certo… dai, cerca ancora…

PAVEL

“Vendesi appartamento vista mare…”

PAULINE

Vendesi? Ma noi cerchiamo un affitto… e poi l’aria del mare rovina i muri, le finestre…

PAVEL

“Trilocale in centro, ristrutturato…”

PAULINE

No, no, Pavel… tu fai il muratore… possiamo fare la ristrutturazione da soli…

PAVEL

Pauline?

PAULINE

Sì?

PAVEL

Quando è la data fissata per il matrimonio?

PAULINE

30 maggio… fra tre mesi amore mio…

PAVEL (ridendo)

Va bene. Telefona in Comune. Con i tuoi gusti difficili ci vogliono almeno due anni per trovare la casa dei nostri sogni!!!!

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Ogni riferimento a fatti e persone è puramente casuale